Informazioni sul Post

Informazioni Autore

Articolo

Striscia la Notizia non va fino in fondo sullo Zecchino D’Oro! Perchè?

                                                                                                      di Marco

In questo blog ne parliamo da oltre tre anni, eppure quei soliti autori dello Zecchino D’Oro selezionati con troppa frequenza, continuano ad andare avanti indisturbati. Neanche Striscia la Notizia (proprio ieri sera ha confermato che nonostante un concorso, ad essere selezionati sono sempre gli stessi autori) che si è più volte occupata dello Zecchino D’Oro, ha mai osato indagare seriamente su questo strano fenomeno. Eppure i mezzi non gli sarebbero mancati! Avrebbe potuto, magari tramite un selezionatore compiacente con microfono e telecamera nascosta, svelare ogni minimo dettaglio sulle effettive modalità di selezione, proprio in quei giorni in cui giornalisti ed esperti si ritrovano all’Antoniano per scegliere le canzoni finaliste. Ma niente da fare, Striscia ha preferito fermarsi e non andare oltre. Non sarà che qualcuno di questi autori sia un caro amico di Ricci o di qualche autore di Striscia? Per carità, è soltanto un’ipotesi! E, se si tratta di un’ipotesi errata, siamo qui per conoscere quella esatta! Ad ogni modo, speriamo che Cino Tortorella, dopo essere stato cacciato dallo Zecchino, si decida a vuotare il sacco!
Se cliccate qui, potrete leggere tantissimi commenti di autori delusi ed arrabbiati! Inoltre, qui potete trovare tutto quello che abbiamo scritto in questi anni sullo Zecchino D’Oro.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Tags: , , , ,

31 Risposte a “Striscia la Notizia non va fino in fondo sullo Zecchino D’Oro! Perchè?”

  1. utente anonimo #

    Vabbè, non esageriamo ora.
    Striscia ha già fatto molto, dimostrando come funzionano le "selezioni" e di come Tortorella, a forza di vestirsi da mago e di parlare con un topo, sia diventata una persona disturbata e con manie di protagonismo. Ai tempi fu una scoperta abbastanza ecclatante.

    Anzi, secondo me Striscia in questi ultimi tempi sta scadendo di brutto. A cosa serve dedicare un’intera puntata ad una cosa del 1997? Tortorella ha sbagliato, ma perchè dopo 12 anni tirare di nuovo fuori questa storia, per metterlo in croce per una sera? . Immaginate se voi 12 anni avete combinato una cretinata, grazie alla quale siete stati sp…..i ben bene: vi piacerebbe se dopo tutto quel tempo qualcuno -senza alcun motivo apparente- decidesse di riportare a galla quella storia in prima serata. Dopotutto ci sono stati casi molto più importanti trattati da Striscia, che sarebbe stato bene ricordare.
    Non è che in questi giorni Tortorella ha fatto qualche dichiarazione su Ricci e lui si sia vendicato in questo modo?

    Ma al di là di questo, a cosa servono queste puntate domenicali di Striscia? La settimana scorsa hanno dedicato una puntata alle telerisse, mostrandoci filmati indegni e vergognosi che dovremmo rimuovere dalla nostra tv…e loro invece ci hanno costruito sopra una puntata. Ovviamente lo sforzo è minimo, dato che si tratta di copiaincolla di filmati vecchi (e quindi ecco perchè non c’è stata nessuna "aggiunta" al caso, come speravate voi)
    Arrivo a dire che quasi rimpiango i filmati visti e stravisti di Paperissima.

    16/11/2009 alle 22:26
  2. utente anonimo #

    Sono d’accordo con la persona del commento n. 1. Certe volte striscia è veramente pesante, si accanisce in maniera morbosa su una persona. Mi sono rifiutata di vedere quella delle telerisse e devo dire che le sue parole mi confortano nella mia scelta. Un altro programma che fa veramente schifo per la morbosità, in questo caso nei confronti del sesso, è "Le Iene". Fanno una TV per guardoni maniaci sessuali.Nina

    17/11/2009 alle 06:03
  3. utente anonimo #

    Ma Le Iene, quando parla di sesso, comunque ha una sua finalità: ad esempio far vedere come funziona il mondo della prostituzione privata o delle zone a luci rosse permette di farci entrare in un mondo che i benpensanti pensano di poter nascondere con delle leggi ridicole, quando poi invece si scopre che pure i nostri politici o vicini di casa li frequentano.
    Ma Striscia -che comunque fa anche dei servizi interessanti- tante volte annacqua il tutto con delle stupidaggini senza senso, oppure Ricci approfitta del mezzo per accusare chi lo critica, come quando ci ha menato il torrone per una settimana con Gad Lerner.
    I servizi di Edoardo Stoppa sugli animali sono molto belli -nonostante la loro crudezza- e fa piacere vedere che grazie a Striscia quelle povere bestie possano avere una nuova vita. Ma perchè allungare il brodo con le scenette di Dario Ballantini (che non fanno ridere nessuno), Fatti e Rifatti, Smacchiavip, oppure quell’inviato col sedere enorme che va a rompere le scatole a tutti? E il tapiro a Belen? Ma chi se ne frega…

    Io penso a Cino Tortorella, che 12 anni fa ha fatto questa cretinata, è stato smascherato ed ha ammesso la sua colpa…che l’altra sera si è visto al centro dell’attenzione senza alcun motivo apparente se non quello di dover trovare un riempitivo per la domenica sera.
    Ma davvero siamo sicuri che in questi giorni non ci siano state nuove scintille tra Ricci e Tortorella?

    17/11/2009 alle 06:26
  4. utente anonimo #

    Ci sono scintille tra tortorella e l’antoniano.
    non si sa neanche se tortorella parteciperà o meno allo zecchino.
    Pare che, vista la continua riduzione delle produzioni  rai dall’antoniano, tortorella abbia querelato i frati, rei di non essersi opposti a tale massiccia riduzione.
    c’è chi parla addirittura di ultima edizione
    ale

    17/11/2009 alle 06:59
  5. utente anonimo #

    Questa presa dal sito Mediaset e’ la prova di cosa vuol dire dover fare ascolti a spese della qualita’ (telerisse, Zecchino d’Oro di 12 anni fa).

    Ieri, domenica 15 novembre 2009, ottimi ascolti per Striscia la Domenica, versione di Striscia la Notizia che vede come conduttori gli inviati del Tg satirico. L’inedita coppia formata dall’inviato storico Jimmy Ghione e dalla temeraria siciliana Stefania Petyx ha presentato una puntata monografica dedicata al "caso Zecchino d’Oro", sollevato da Striscia  nel novembre 1997, in cui sono stati svelati retroscena, curiosità, presunte vittorie taroccate e irregolarità nelle selezioni del concorso canoro per bambini.

    Ascolti in costante crescita per Striscia la Domenica che con il 24.19% di share sul pubblico 15-64 (pari a 5.929.000 spettatori totali) è risultato programma più visto dell’access prime time sul target commerciale, pubblico di riferimento per gli investitori pubblicitari, battendo la fortunata casualità del concorrente di Raiuno ‘Affari tuoi’, fermo al 17.23% di share sul

    17/11/2009 alle 07:33
  6. utente anonimo #

    E’ stata una puntata cucita e montata ad hoc attraverso video di 12 anni fa…niente di attuale nonostante ci sia una bella diattriba e un futuro incerto per lo Zecchino d’ Oro, che comunque, è la manifestazione più importante dedicata ai bambini rimasta in Italia…l’unica trasmissione trasmessa in Eurovisione…l’unica trasmissione riconosciuta come PATRIMONIO DELL’ UNESCO  e l’unica trasmissione ad ospitare un ambasciatore dell’ Unicef: il Piccolo Coro Mariele Ventre dell’ Antoniano.

    Si è parlato di selezioni truccate, di persone deluse e di bambini disperati…al di là del fatto che è vergognoso tutto questo, come è altrettanto vergognoso che i genitori spingano a tutti i costi i propri figli alle vie del successo.

    NESSUNO A STRISCIA ha parlato di come avvengono OGGI le selezioni per la partecipazione allo Zecchino, e NESSUNO A STRISCIA ha parlato delle missioni e progetti di soliddarietà dei frati dell’ Antoniano…come NESSUNO A STRISCIA ha spiegato che Cino Tortorella nel 2008 si è impossessato dei diritti dello Zecchinoper scopi speculativi.

    Tortorella non ha fatto per niente nuna bella figura..ma se proprio volevano tirargli merda addosso, dovevano escludere l’ Antoniano perchè è stato vittima di queste persone SENZA SCRUPOLI.

    17/11/2009 alle 07:55
  7. utente anonimo #

    sono particolarmente d’accordo con il commento num. 6…
    comunque questo fa riflettere su quanto faccia schifo la televisione e, soprattutto, su come possano essere gestite,rigirate,passate per vere,false,attuali le notizie e su come la gente comune, che non sa,possa essere indotto a credere a questa o quell’altra notizia…

    il servizio di ieri avrebbe avuto un senso se oltre a tirare fuori episodi ormai datati, avesse parlato anche del presente, di come si svolgone le selezioni,del fatto che le audizioni non vengono più gestite dalla siae san paolo,sul fatto che la scuola di canto del piccolo coro  è completamente gratuita ecc,ma questo avrebbe significato fare pubblicità benevola…

    17/11/2009 alle 11:54
  8. utente anonimo #

    x il commento n. 2: le Iene per fare questi utili programmi sulla prostituzione indugia in maniera esagerata nel descrivere i particolari e in questa maniera allontana le persone che hanno orrore per queste cose e avvicina i maniaci che si divertono ad ascoltare i particolari. E’ la maniera più sbagliata per trattare certi programmi. A me che non interessa sbirciare dal buco della serratura queste cose fanno schifo. Su striscia sono d’accordo in parte. Sulla storia di Gad Lerner magari l’hanno allungata un po’ troppo, però lo fanno con tutto. Una cosa buona è che hanno fatto sapere com’era la Rai alla fine degli anni 70. Visto che io ero piccolina ma mi ricordo bene quanti seni e quanti sederi si vedevano alle 8.30 appena finito il TG1 o il TG2. I ragazzi non lo sanno pensano che abbia cominciato canale 5 negli anni 80. Invece non è così. Nina

    17/11/2009 alle 21:27
  9. utente anonimo #

    Anche io sono d’accordo sul commento n. 6,se Striscia tiene tanto ai bambini perchè non dice come avvengono da anni i provini???
    A  lei interessava solo una bella prima serata di scoop vecchi di 12 anni.
    VERGOGNA STRISCIA!!!!!!!!!!

    17/11/2009 alle 21:28
  10. utente anonimo #

    Mi chiamo Marco e ho 28 anni. Intanto a differenza di molti do un briciolo del mio profilo. Leggendo i vostri commenti, che visto l’anonimato potrebbero venire da un’unica mente, anche perchè sembrano assomigliarsi, mi viene da pensare o che la gente ha tanto tempo da perdere o che le lobby antistriscia (che sono molte visto che questo programma di nemici, con le sue inchieste, se ne è fatti svariati)debbano cmq continuare a portare avanti le loro battaglie contro Ricci. Vi chiederete, e tu perchè parli? Parlo perchè quando avevo 5 anni volevo partecipare allo zecchino d’oro e anch’io con la mia famiglia siamo stati invitati in uno di questi alberghi dove si svolgevano le selezioni e dove ci venne proposta la famosa enciclopedia, che avrebbe rappresentato il chiavistello per incontrare Topo Gigio. Mio padre umile impiegato statale, non poteva permettersi quel esborso e mi fece salutare il dorato mondo canterino dalla hole dell’albergo. Qualche anno dopo Striscia dava il via alla sua inchiesta contro lo Zecchino d’oro e io dopo anni riuscivo a capire il perchè di quel rifiuto da parte di mio padre. Guardando quelle nefandezze, provai un  grande sconforto.
    Ora leggo i vostri commenti e dico: "saranno anche loro membri del clan dei dorati?"Forse si lo siete, visto che tutti non negate l’evidenza fatta emergere dal servizio, però vi attaccate a quello che in più sarebbe potuto esserci. Poi parlate del programma della domenica, dimostrando che poco sapete di tv. I pur pur rid non li ha di certo inventati Ricci, anzi sono una costante gradita al pubblico che guarda un varietà o un programma comico. Infatti hanno avuto un successo in termini di ascolti non indifferente. E’ una formula sicura e collaudata. Ovviamente viene riproposta sulla base dei temi dell’attualità televisiva. Le risse diventano attuali in un momento in cui ogni domenica Sgarbi su canale 5 regala quei magic moments. Dedicare una puntata al compianto Mike, diventa d’obbligo nel suo grande ricordo, fatto da quelli di striscia in modo brillante, per nulla smielato, ma semplicemente fedele a quello che il grande Mike ha rappresentato. Parlare dello Zecchino d’oro diventa attuale quando sta per partire la nuova edizione. Nella logica dell’attualità televisiva i pur pur rid hanno una logica che sfugge ai semplici detrattori.
    Cmq grazie Striscia, continuate le vostre inchieste soprattutto quelle che al’apparenza sono le più banali, tipo queste, perchè danno fastidio alle lobby sommerse..

    18/11/2009 alle 01:52
  11. utente anonimo #

    commento 10, non posso fare altro che farti i complimenti. Purtroppo qui non va mai bene niente, neanche quelli che cercano di trovare qualcosa che non va. Ma è il trend di questa gente, che ogni volta critica qualcunque cosa a prescindere, ma che si guardino i pacchi su rai1 allora invece di striscia o le iene.

    In + non hanno proprio capito che quella della domenica è una puntata diversa di striscia da quelle settimanali. E poi perchè non possono dire che tortorella imbrogliava allo zecchino ? Come dire che non si può + dire niente sulle cose brutte del passato. Allora dimentichiamoci di tutto. Anzi quando lo faranno tornare guardatevi Marrazzo sulla rai

    18/11/2009 alle 03:20
  12. utente anonimo #

    Caro Marco ma tu sul serio VOLEVI partecipare allo Zecchino d’oro? A me, che sono un po’ più vecchietta di te e ai miei tempi non c’era null’altro che lo zecchino per i bimbi, quelli dello Zecchino d’Oro stavano così antipatici ma così antipatici! Bando agli scherzi, per quanto riguarda il resto del tuo discorso perchè tiri fuori quella cosa della "lobby antistriscia"? Non è un programma come un altro e quindi criticabile? Guarda che anche il più aspro dei detrattori ha riconosciuto loro di aver fatto, in alcuni casi, un buon lavoro. Ma da qui a mettersi su un piedistallo! Nina
    PS: scusate sono io che non capisco le cose oppure l’imitatore di Vespa fa veramente schifo?

    18/11/2009 alle 03:31
  13. utente anonimo #

    Scusate aggiungo ancora una cosa per chi parla di "lobby". Costoro mi dovrebbero spiegare come mai Striscia se la prende sempre con i maghi e maghetti delle piccole TV che per l’amor del cielo quando fanno cose brutte vanno colpiti, ma non si sono mai occupati di quando Maurizio Costanzo portava quella maga americana che è diventata ricca sfondata dicendo di parlare con i morti? Nina

    18/11/2009 alle 03:37
  14. utente anonimo #

    Commento numero 10, forse ti sei fermato alle prime righe.
    Striscia ha sicuramente fatto delle cose buone e continua a farlo. Ma ogni tanto toppa,e questo va notato.
    Io non sono di quelli che sostiene che quando ha smascherato Affari Tuoi l’ha fatto perchè gli stava intaccando gli ascolti: o meglio, magari l’ha fatto anche per quello, ma è evidente che Affari Tuoi sia un programma FALSO e TRUCCATO con i concorrenti che sanno già cosa fare e cosa dire. E allora è giusto che i contribuenti si accorgano di dove finiscano i loro soldi.
    Poi ovviamente ci saranno quelli che guardano Affari Tuoi tutte le sere che non accetteranno l’idea di passare come dei boccaloni e quindi accuseranno Striscia di invidia…

    Qui nessuno sta parlando male del caso Tortorella o delle rivelazioni sulle selezioni a pagamento; ai tempi fu un bello scoop ed è triste che dopo quei servizi nessuno si sia mobilitato per fare chiarezza. E trovo triste che ci sia ancora chi difende lo Zecchino D’Oro sapendo che le sue selezioni lucrano spudoratamente sui sogni di questi poveri bambini.

    Tuttavia i dubbi rimangono sul PERCHE’ sia stata fatta questa puntata a tema, visto che Tortorella, a suo tempo, ha pagato pesantemente la sua furbata, in termini di popolarità (e infatti alla fine ha ammesso tutto).
    Immagina se tu 12 anni fa avessi commesso un reato e fossi fatto addirittura in carcere…alla fine comunque tu avresti pagato il tuo male. E quindi tirare fuori la tua storia davanti a tutti sarebbe solo cattivo gusto.

    18/11/2009 alle 03:42
  15. utente anonimo #

    Scusa Matteo, sono ignorante, ma non avevo mai letto una cosa chiamata "pur pur rid" ma sei sicuro che esistano? Non è che ti confondi con il purpurì o meglio poutpourri? Te lo dico senza polemica se esiste una definizione del genere, spiegami meglio, grazie. Nina

    18/11/2009 alle 03:58
  16. utente anonimo #

    Nina
    A me l’imitatore di Vespa è uno dei pochi che fa ridere. Ok, la sua imitazione è volutamente esasperata, ma qualche battuta è comunque divertente.
    Invece Ballantini non sa nè fare le imitazioni nè far ridere; spesso i suoi ospiti ridono solo perchè sono davanti alle telecamere.

    Quanto alla maga americana, ovviamente non possono occuparsi di tutti i maghi, dato che ce ne sono a iosa.E sinceramente IMHO preferisco che si occupino dei maghi "locali" perchè sono quelli che fregano i soldi alla povera gente.
    Anzi, a me dava fastidio che quando hanno criticato Bonolis -che all’ora di cena ha piazzato davanti alle famiglie "la più stimata medium italiana" (con tanto di musichetta e clima confidenziale)- c’è stato chi diceva che fosse tutto per invidia verso Bonolis!!!!!
    Ma come?
    Bonolis l’anno prima mostrava "sole e tarocchi" e ora esaltava una medium truffatrice? E poi l’auto-difesa di Bonolis era patetica, con gli occhi lucidi e la frase ad effetto. Eppure anche in quel caso, anzichè guardare le nefandezze di Bonolis (un vero e proprio "King of Paraculs")  hanno voluto incolpare Ricci. Forse perchè quelli che si sono commossi davanti alle parole di Bonolis si sentivano punti nel vivo…

    18/11/2009 alle 04:10
  17. utente anonimo #

    Nina
    "Pur  pur rid" è il nome di una rubrica di Striscia (è un gioco di parole).
    Se non sbaglio è una rubrica che prende spezzoni comici da varie trasmissioni.

    Anche questo è il classico riempitivo che usano a Striscia per allungare il brodo e far finire la trasmissione dopo Affari Tuoi. Non è molto diverso da Studio Aperto che realizza i suoi servizi mostrando i servizi di Striscia o delle Iene.

    18/11/2009 alle 04:56
  18. Ciao Nina, visto le attenzioni che mi hai riservato cn svariati post, è giusto che ti risponda. Nello sfottò al mio "Pur pur rid", dimostri una grande conoscenza dell’argomento. Se rileggi il mio post 10, parlando di Pur pur rid, l’ho citato ricordando show di varietà e comici; infatti questa definizione mi è venuta in mente ricordando uno spettacolo di Aldo, Giovanni e Giacomo, Chiamato appunto così. Mi riferivo a questo spettacolo, anche se accetto la tua critica su come ho scritto Pur pur rid. A proposito come si scrive alla fine? Tuttavia l’accostamento involontario che ne hai fatto a Striscia, mi fa capire che tu cara Nina di striscia ne sai più di una normale blogger che commenta una notizia sullo Zecchino d’oro. Io non sapevo di questa rubrica, pertanto o sei una delle 7 milioni di spettatori oppure…Questa tesi mi viene rafforzata dal fatto che sono svariati i tuoi interventi contro di me, l’unico che aveva pienamente elogiato il servizio di striscia. Si è vero "anche il più aspro dei detrattori ha riconosciuto meriti a striscia". Ma perchè altrimenti non poteva fare. O perlomeno tutti credo siano dei fan di striscia pronti a diventarne detrattori nel momento in cui non scoprono le loro magagne e tarocchi. Bonolis docet!
    Dopo aver letto i tuoi interventi, ribadisco cn maggior fermezza che esistono delle lobby antistriscia, ma forse hai ragione definirle lobby è eccessivo, si finirebbe con il dare troppa importanza a qualche sgangherato che lavora o per Tortorella o per Gad Lerner o per i pacchisti. Non credo come sostieni tu cara Nina, che Striscia sia un programma come tutti gli altri, per diversi motivi. Intanto da più di 20 anni (caso unico nel nostro paese, a parte Sanremo), è un programma di successo che mescola il varietà all’inchiesta. Proprio per la sua natura, che si addentra in campi minati, ha molti nemici, che devono difendere i loro taroccamenti anche su blog come questo. Ritengo giusto chi dice che ogni tanto Striscia fa dei servizi inutili, del resto nonostante sia il programma più visto in Italia, a volte nn tutti i contenuti possono essere importanti. Cmq per ultimo cara Nina ti tolgo la curiosità: si volevo partecipare allo zecchino d’ora quand’ero piccolo. Non credo di essere stato un bambino antipatico ai tempi, magari canterino. Ma come puoi capire, cantarle è un vizio che non ho mai perso.
    Un saluto Marco.

    18/11/2009 alle 06:01
  19. utente anonimo #

    Scusate ma l’imitatore di vespa(Gianpaolo Fabrizio) sa fare anche qualcos’altro? è dal 90 che va avanti a farla(Calcio mania con Cadeo Mosca e la Parodi).
    Vespa non conduce + i tg ma porta a porta.
    cambia l’ambientazione ma ripeto è dal 90 che va avanti

    18/11/2009 alle 06:17
  20. utente anonimo #

    Mah, a me anche se uno mi sta antipatico certe imitazioni così becere fanno schifo, poi ognuno ha i suoi gusti. Però una cosa mi è insopportabile: dire beh non possono mica andare dietro a tutti i maghi! Ma come?!? Quella lì non era una maga qualunque nella sperduta tv locale, ma andava in onda su canale 5 e danni ne faceva, ne starà facendo e ne fa anche perchè se canale 5 racconta favoletta su una che parla coi morti perchè non si deve credere a chiunque dica lo stesso? Nina

    18/11/2009 alle 06:31
  21. utente anonimo #

    Sapete che da parecchi anni alle selezioni dello zecchino non propongono più enciclopedie?
    Perchè Striscia o chi diffida non segue le nuove selezioni?E soprattutto non ne parla?Siete ancora fermi al 1997?
    Questo è il sito dove ho iscritto il mio bambino le scorse selezioni,dalla prossima primavera troverete le date dei provini.
    Perchè non venite in incognito?
    Caro Ricci e company sei invitato!E porta pure le telecamere,ma se hai coraggio devi mandarle poi in onda.
    E’ aperto a tutti,magari vi divertirete anche voi così come si divertono tutti i bambini che abbiamo incontrato!
    http://www.selezionizecchinodoro.it
    benny

    18/11/2009 alle 08:09
  22. utente anonimo #

    "E trovo triste che ci sia ancora chi difende lo Zecchino D’Oro sapendo che le sue selezioni lucrano spudoratamente sui sogni di questi poveri bambini. "

    io trovo ancor più triste chi non sa guardare avanti e si appiglia a cose vecchie…

    non dico che i casi di vendite di enciclopedie non ci sono stati,sarebbe da stolti. l’Antoniano aveva affidato le selezioni alla san paolo e il risultato è stato quello che avete visto nel servizio. scoperto ciò, quindi da qualche anno,  l’antoniano stesso gestisce,organizza le selezioni mandando collaboratori che lavorano all’interno della stessa struttura. Probabilmente avrebbero dovuto aprire gli occhi prima,non so..
    ad esempio,questa primavera c’è stato un bambino che conosco che ha partecipato alle selezioni: nessuno ha offerto ai suoi genitori niente e per lui si è trattato di un pomeriggio divertente.

    mi son sentita di scrivere questo perchè sono cose che so, che ho visto personalmente e non voci di corridoio.
    ma capisco anche che certi dubbi possano sorgere,soprattutto se qualcuno ti mette la pulce nell’orecchio…

    saluti,
    utente commento 7

    18/11/2009 alle 08:58
  23. utente anonimo #

    a me è sembrato che la questione "zecchino d’oro" sia stata trattata da Striscia in modo un po’ superficiale.
     
    Non è stato approfondito il problema "selezione delle canzoni".
     Ma solo accennato nell’intervista al fraticello che, alla domanda
    "come mai sempre gli stessi?",
    con un sorriso, sussurrando, risponde:
    "Cosa ci possiamo fare se sono bravi autori?"

    18/11/2009 alle 12:35
  24. utente anonimo #

    Caro Marco, intervengo solo per sottolineare che il commento n. 17 non è mio e la mia non era ironia era così per chiedere. Per quanto il fatto che tu non eri un bambino antipatico non volevo insinuare niente del genere. Però saresti andato in mezzo a quelli dell’Antoniano che se la tirano eccome se se la tirano. Nina

    18/11/2009 alle 21:17
  25. utente anonimo #

    Su Televisionando.it troverete 97 commenti sui provini di "Chi ha incastrato Peter Pan"!
    Striscia dove sei?
    Vorrei anche dire a Striscia  perchè non ha risposto alle segnalazioni che ha ricevuto sui provini di "Ti lascio una canzone?"
    Parlo di provini di trasmissioni recenti ,non vecchi di 12 anni !!!!
    TUTTO IL MONDO E’ PAESE!!!!!!!!!

    18/11/2009 alle 21:42
  26. utente anonimo #

    Vabbè, se è per questo è "curioso" notare come abbiano mollato il tiro su Bonolis da quando non è più un loro concorrente.
    Infatti come è possibile che non indaghino su "Chi ha incastrato Peter Pan" dove è palese che i bambini siano istruiti e imbeccati come dei bravi attori.
    Scusate, ma voi a 8 anni avreste mai chiesto a una showgirl/attrice se aveva il seno rifatto? Avreste mai chiesto "lo famo strano" alla Gerini?
    Anche durante le presunte candid camera è evidente che il loro comportamento non sia naturale, ma finto e preparato come tutti i siparietti di Bonolis (con Luca Laurenti, con il pubblico di Tira e Molla, con i concorrenti di Affari Tuoi), che sembra non essere in grado di condurre una trasmissione senza una spalla comica che gli porga le battute.

    E soprattutto…i genitori di quei bambini, non hanno un po’ di vergogna?

    19/11/2009 alle 00:55
  27. utente anonimo #

    Televisio.. che??? Ma che fonte hai citato? Che sto televisionando, la Gazzetta ufficiale???Guarda chi ha incastrato Peter Pan non è un concorso comunque, ma un programma, tra l’altro che piace a molte persone. Si dovrebbe indagare allora pure su tutti quelli che fanno parte delle redazioni giornalistiche dei tg di Rai e Mediaset. Dovrebbero scoperchiare tipo l’80% degli impiegati in Italia, il paese dei paraculati e dei raccomandati. Tu mi parli di Peter Pan!!!Che poi il programma viene costruito e confezionato da degli autori mi sembra logico. Tu dici palese. Infatti non mi sembra che qualcuno dica che le battute dei bambini sono una loro invenzioni. Appunto è palese!!! Mi sembra palesemente chiaro che questa conversazione non ha alcun senso.

    19/11/2009 alle 03:46
  28. utente anonimo #

    Sono d’accordo con il commento n. 27, Peter Pan è un bel prodotto ben fatto ma non ha alcuna finalità per cui debba essere tutto quanto reale. E’ una fiction come lo sono anche i talk show politici. Non c’è nulla di losco. Purtroppo la logica di chi guarda troppo Striscia ormai è quella di vedere del marcio dappertutto, fatti salvi i programmi della coppia Costanzo-Defilippi. Una cosa vorrei dire sulla trasmissione dei pacchi e vorrei dirlo alla Rai: alla maggior parte della gente non gliene frega niente delle famiglie ecc. ecc. dei concorrenti, di tutti i loro affari personali. (mi è venuto in mente adesso, si chiama Affari Tuoi per questo motivo). Comunque fa schifo vedere quei concorrenti che recitano le formulette è una cosa obbrobriosa. Come obbrobriosa è l’Eredità quando Carlo Conti chiede i pregi ed i difetti.
    Nina

    19/11/2009 alle 04:23
  29. utente anonimo #

    PS: anche ti lascio una canzon è un obbrobrio con quegli adulti con l’aspetto di bambini. Poveretti e vergognosi i loro genitori. Nina

    19/11/2009 alle 04:25
  30. utente anonimo #

    caro marco, cosa possiamo fare ?
    dobbiamo battere mentre il ferro è caldo !

    19/11/2009 alle 04:43
  31. Anonimo #

    ANCHE MIA FIGLIA HA VOLUTO PROVARE A FARE L’AUDIZIONE DELLO ZECCHINO NEL 2004 IN UN AUDITORIUM A MILANO, ORGANIZZATO DALLA SAIE EDIZIONI. PERSONALMENTE HO TROVATO UN AMBIENTE "PULITO" E DEVO DIRE LA BAMBINA CONSERVA UNA FOTO ED UN DIPLOMA CHE VENIVA REGALATO A TUTTI E RICORDA ANCORA LA SIMPATIA DEL SELEZIONATORE TOSCANO CHE L’HA ASCOLTATA. CONFERMO CHE C’ERANO ESPOSTI DEI CD E LIBRETTI DELLO ZECCHINO D’ORO MA CHE NESSUNO MI HA INVITATO A COMPRARE NIENTE.

    30/01/2010 alle 05:26

Lascia un commento

Sondaggi: per aumentare l'affidabilità dei sondaggi da ora è necessario fare il login con le proprie credenziali facebook!     Vota ora »